Lettera

Per quanto tempo il CBD rimane in circolo?

Il cannabidiolo è diventato una sostanza chimica di tendenza che è cresciuta in popolarità negli ultimi due anni, in particolare come integratore. Tuttavia, poiché contiene tracce di THC, è ancora possibile che possa essere rilevabile nei test antidroga o negli screening. Affinché i prodotti derivati dalla canapa siano considerati legali, devono contenere meno dello 0,3% di THC, come specificato nell’US Farm Bill del 2018. Il THC e il CBD sono cannabinoidi che si trovano entrambi nella marijuana. Pertanto, questa connessione è preoccupante per i consumatori di CBD.

Il THC è usato principalmente per scopi medicinali e ricreativi. Inoltre, fa sentire le persone sballate, mentre il CBD non lo fa. Può, in alcuni casi, causare una leggera sedazione, ma solo quando qualcuno prende una dose molto grande.

Dato che il CBD e il THC provengono dalla stessa pianta, si può dedurre che la possibilità di fallire un test di droga è una preoccupazione valida. Per questo motivo, è comune per le persone chiedersi: “Quanto tempo rimane il CBD nel tuo sistema?”.

Il CBD ha molti effetti sul corpo e sulla mente. Gli utenti possono tipicamente sperimentare un effetto calmante e una sensazione generale di benessere. Il composto CBD è una molecola liposolubile che può immagazzinare nelle cellule di grasso fino a 30 giorni. Tuttavia, è importante ricordare che ognuno è diverso e che ci sono vari fattori che influenzano quanto tempo il CBD rimane nel tuo sistema, così come il suo effetto. Quanto dura e per quanto tempo può essere rilevabile non è lo stesso per tutti. In generale, gli effetti del CBD si esauriscono in poche ore, ma questo dipende da diverse cose, come il metodo usato e la quantità di CBD assunta, così come la taglia dell’utente, il metabolismo e la storia di utilizzo.

La prima cosa che devi sapere è che devi assorbire abbastanza CBD per avere qualche effetto. Gran parte del beneficio del CBD può essere perso a seconda di come lo si somministra. I tipi che vengono inghiottiti costringono la droga a passare prima attraverso il fegato, e fino al 95 per cento di essa non arriva mai nel flusso sanguigno. La più alta biodisponibilità o quanto viene assorbito ed entra nel flusso sanguigno viene generalmente dal CBD svapato o fumato. Le tinture di olio di CBD applicate per via sublinguale o sotto la lingua sono al secondo posto.

È anche importante sapere che anche il dosaggio gioca un ruolo importante, dato che il CBD monouso sarà eliminato dal sistema in circa un giorno. D’altra parte, i consumatori regolari di CBD e quelli che fumano o svapano per ottenere il loro CBD potrebbero aver bisogno di aspettare una settimana o più perché il CBD lasci completamente il sistema.

Concentrazioni stimate di CBD per una dose di 10 mg

Tempo dopo la dose CBD orale (dose singola) CBD orale (uso a lungo termine) CBD inalato
3 ore 5 mg 10 mg 10 mg
24 ore 0,3 mg 8 mg 6 mg
3 giorni 0 mg 5 mg 2,3 mg
1 settimana 0 mg 2,3 mg 0,3 mg

In generale, i nostri corpi sono tutti diversi e sono quindi influenzati in modo diverso dal CBD e da altre sostanze. Alcune delle cose che possono influenzare la quantità di tempo in cui il CBD rimane nel nostro sistema sono il contenuto di acqua, la massa corporea e il metabolismo. Può anche essere determinato dalla frequenza d’uso, dato che il CBD può accumularsi nel nostro corpo nel tempo se usato regolarmente. Di conseguenza, se il CBD è usato solo occasionalmente, pulisce il nostro sistema più velocemente. Si raccomanda di usare il CBD per un breve periodo di tempo prima, almeno una settimana, e vedere se funziona bene per te.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *