Lettera

Overdose di CBD: è una preoccupazione importante?

È naturale chiedersi cosa succederebbe se si prendesse troppo CBD, soprattutto perché il popolare integratore sta spuntando ovunque. Quindi, la domanda è: è effettivamente possibile un’overdose di cannabidiolo?

Il CBD (cannabidiolo) è un composto chimico naturale derivato dalle piante di cannabis (marijuana e canapa). Questo integratore CBD da banco che la maggior parte delle persone incontra è fatto con canapa industriale legale. È pubblicizzato per fornire sollievo per una varietà di condizioni di salute, ma come la popolarità del CBD continua a crescere, così fa la preoccupazione per la sicurezza di molte persone. Dato che il CBD appare in quasi tutto, dal cibo al deodorante, ci si comincia a chiedere se è sicuro o no e se c’è la possibilità di overdose di CBD.

Quando l’olio di CBD ha iniziato a colpire la scena, molte persone erano riluttanti a provarlo, perché la cannabis provoca paranoia estrema per alcune persone. Molti si sono tranquillizzati dopo aver scoperto che l’olio di CBD non contiene THC, che è il principio attivo della cannabis che ti fa sballare. Inoltre, il CBD è disponibile in una varietà di metodi di consegna che includono gocce, gommine, vaporizzatori, spray, applicatori, gel morbidi e altro.

Le aziende di CBD raccomandano alle persone che sono nuove all’olio di CBD di iniziare con gel morbidi o capsule perché offrono quantità pre-porzionate. Iniziare con il dosaggio più piccolo è stato raccomandato perché ognuno è diverso, ergo anche gli effetti sono diversi. Da lì, è meglio passare a dosi più forti e sistemi diversi fino a trovare il tipo e il dosaggio che si adatta alle vostre esigenze.

Con l’aumento dell’uso del CBD per molti scopi medici e non medici, la gente è diventata curiosa sulla sicurezza del CBD. Molte persone si chiedono ancora se sia possibile che qualcuno possa andare in overdose di CBD e quali sarebbero le conseguenze. Questo ha portato alla nascita di altre domande, come “qual è la dose appropriata di CBD?” e “quanto frequentemente dovrei prendere il CBD?

Per rispondere a queste domande, è meglio iniziare definendo alcuni termini CBD. La parola “overdose” ha sicuramente molti significati diversi. In generale, il sovradosaggio può verificarsi se la quantità di CBD che si assume è molto alta o se la quantità di CBD che si assume è bassa, ma il CBD viene assunto più frequentemente del necessario (più di tre volte al giorno).

Overdose può anche significare prendere accidentalmente due dosi invece di una sola, o quando il corpo di qualcuno ha una brutta reazione, e si presume che sia perché ne ha presa troppa. Pertanto, è importante sapere cosa qualcuno intende quando chiede di un’overdose, perché conoscere la sua definizione del termine aiuta a dare la migliore risposta possibile.

Il CBD non crea dipendenza ed è sicuro

In breve, il CBD è sicuro e non dà assuefazione e non mostra alcun potenziale di dipendenza. Anche se non c’è la possibilità di un sovradosaggio pericoloso, è ancora possibile per alcune persone sperimentare effetti collaterali indesiderati. Nel 2017, l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha dichiarato che il CBD è sicuro e senza potenziale di abuso o dipendenza. È stato escluso che il CBD non mostra effetti che indichino un potenziale di abuso o dipendenza; al contrario, può avere numerosi benefici potenziali per la salute.

Il CBD può aiutare a trattare una varietà di sintomi comuni, che includono quelli di malattie gravi. Inoltre, non è noto che abbia effetti velenosi sugli esseri umani che lo consumano, poiché il CBD è un composto non tossico. Non ci sono mai state morti umane segnalate come risultato dell’uso del CBD, a differenza di altre droghe pericolose come l’eroina e la cocaina. Questo significa che c’è un rischio molto basso di sovradosaggio di olio di CBD o di qualsiasi altro prodotto CBD, per quella materia. C’è semplicemente un’interazione con il corpo umano che può in qualche modo causare direttamente la morte, e quindi il CBD non è considerato una droga che può causare un’overdose mortale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *