Cosa sono i cristalli di CBD?

I cristalli di CBD , o CBD isolato, sono un tipo di integratore a base di CBD che ci offre il composto cannabinoide chiamato cannabidiolo nella sua forma più pura. In genere si presenta sotto forma di polvere bianca contenente il 99% di cannabidiolo.

Il CBD è un composto cannabinoide del tutto naturale che troviamo nelle piante di cannabis e di canapa. Possiamo estrarlo da queste piante per ottenere olio di CBD. I cristalli di CBD sono inizialmente un olio di CBD derivato dalla canapa. Successivamente, tutti i cannabinoidi naturali delle piante ad eccezione del CBD vengono rimossi, lasciando solo il CBD nella sua forma pura, cristallina, in polvere.

Molte persone preferiscono i cristalli di CBD (o isolato) per varie ragioni, oltre al fatto che rappresentano una preziosa fonte di CBD. Uno dei vantaggi principali dei cristalli di CBD puro sta nel fatto che non contengono alcuna quantità di tetraidrocannabinolo (THC), il composto con proprietà psicoattive presente nella pianta di marijuana. L’olio di CBD derivato dalla canapa per sua natura contiene quantità minuscole di THC; una volta avviato il processo di purificazione, anche questa quantità minima di THC viene eliminata, lasciando il CBD isolato nella sua forma più pura.

In che modo interagiscono con il corpo i cristalli di CBD?

Il CBD isolato in cristalli di CBD ha vari effetti sul corpo, dovuti alla sua interazione con il nostro sistema endocannabinoide (ECS). Si tratta di un grande sistema che si occupa di regolare il corpo, ed è coinvolto in molte funzioni fisiologiche essenziali correlate a sistema nervoso centrale e periferico, oltre che al sistema immunitario. Il sistema endocannabinoide gestisce molti aspetti fondamentali della nostra biologia, svolgendo una funzione importante nel mantenimento della salute e del benessere

Il cannabidiolo sotto forma di cristalli interagisce con dei recettori specializzati, chiama recettori cannabinoidi, che possiamo trovare in tutto il corpo. L’ECS è costituito da due tipi di recettori cannabinoidi: i recettori cannabinoidi di tipo 1 (CB1) e di tipo 2 (CB2). I recettori CB1 sono localizzati soprattutto nel cervello e nel sistema nervoso centrale, mentre quelli CB2 sono collocati principalmente nelle cellule del sistema immunitario.

Agendo su questi recettori, i cristalli isolati di CBD possono aiutare a coordinare e regolare una gran varietà di processi che influenzano la percezione, il pensiero, e il funzionamento.

Che tipo di effetti hanno i cristalli di CBD?

Nel corso degli anni, la nostra comprensione degli effetti del CBD ha subito un’evoluzione. Ora siamo più consapevoli che mai delle proprietà benefiche del CBD, e di come l’uso dei cristalli di CBD come integratore nutrizionale possa aiutarci a raggiungere un equilibrio interno e a mantenere il benessere.

La stimolazione del sistema endocannabinoide, che avviene attraverso l’interazione tra gli isolati di CBD e i recettori cannabinoidi nel cervello e nel sistema immunitario, supporta il sistema endocannabinoide e la sua potenza, aiutandolo a regolare in modo efficace molte funzioni biologiche dei nostri corpi, dalla gestione del dolore all’eliminazione delle infiammazioni e così via. Un sistema endocannabinoide più efficiente porta a un migliore equilibrio e a un funzionamento ottimale.

Di certo il CBD isolato in cristalli interagisce con il sistema endocannabinoide e con i recettori e li influenza, ma l’effetto del CBD sul corpo varia da individuo a individuo. Ciò è correlato a piccole differenze nelle funzioni biologiche dei nostri corpi. Ciò detto, il CBD presenta molte proprietà terapeutiche, alcune la cui efficacia è già provata e altre per le quali è ancora da dimostrare, utili nella gestione di vari sintomi e malattie.

Riportiamo di seguito alcuni dei promettenti benefici terapeutici del CBD, come evidenziati da varie ricerche scientifiche.

  1. Controlla il dolore
  2. Sopprime le infiammazioni, ad esempio quelle delle malattie infiammatorie intestinali (malattia di Crohn e colite ulcerativa).
  3. Allevia la nausea il vomito indotti dalla chemioterapia
  4. Diminuisce la frequenza degli attacchi epilettici e delle convulsioni
  5. Tiene sotto controllo la fibromialgia e la sclerosi multipla

Effetti collaterali dei cristalli di CBD: ce ne sono?

Sono state condotte molte ricerche per determinare se il CBD abbia degli effetti collaterali significativi o delle reazioni avverse, e una gran serie di prove sembra puntare alla conclusione che il CBD non abbia effetti collaterali seri oppure che i suoi effetti collaterali siano molto ridotti. Ad esempio, l’isolato di CBD non causa una sensazione di “sballo” come il THC. Inoltre, le ricerche riguardanti il profilo di sicurezza del CBD hanno concluso che è ben tollerato e sicuro da usare senza effetti avversi gravi.