In questa pagina puoi trovare un riassunto delle ultime notizie e delle ricerche più recenti pubblicate su fonti scientifiche. Nella gran parte dei casi si tratta di conclusioni pre-cliniche, ottenute usando gruppi di persone poco numerosi oppure tramite osservazioni sugli animali. Dunque questo articolo o i nostri prodotti non hanno lo scopo di diagnosticare, trattare, curare o prevenire alcun disturbo. Consulta un medico per il trattamento di disturbi specifici.

There will be only a handful of people who would think about managing their high blood pressure (hypertension) with the chemical compound CBD. According to new studies CBD oil has the power to treat high blood pressure. The rise in popularity of CBD has not only shown a significant impact on a wide range of health issues but it continues to be of massive importance when it comes to treating high blood pressure. Today modern science is studying more and more the effect of Cannabidiol on the human body and their disocveries are very promising. But for now Officials Autorities didn’t approved a certified treatment for this king of blood trouble.

Cannabidiol: What is it?

Several people are still under the impression that marijuana and cannabis are the same thing and both have similar psychoactive properties when ingested or smoked. However, that is not true. The cannabis contains 104 different types of chemicals, every single one of them has an entirely different reaction. One of the chemicals found in cannabis is known as Tetrahydrocannabinol (THC) which is responsible for causing that particular “high” sensation. On the other hand, cannabidiol or CBD has no trace of THC and cannot cause any such sensation.

Our clients use these products to help them deal with blood pressure :

A pochi verrebbe in mente di usare il composto chimico chiamato CBD per gestire la pressione alta, anche detta ipertensione. Secondo varie ricerche l’olio di CBD è in grado di trattare la pressione alta. La popolarità del CBD è in forte aumento, e questo ha portato a evidenziarne l’impatto su una gran serie di problemi di salute, e a scoprirne l’enorme importanza per quanto riguarda il trattamento dell’ipertensione. Oggi la scienza studia sempre più a fondo gli effetti del cannabidiolo sul corpo umano, e le scoperte che ottiene sono molto promettenti. Per ora, tuttavia, le autorità non hanno ancora approvato un trattamento certificato per questo grande e comune problema.

Cos’è il cannabidiolo?

Molti ritengono erroneamente che marijuana e cannabis siano la stessa cosa, e che abbiano le stesse proprietà psicoattive quando vengono ingerite o fumate. Niente di più sbagliato. La cannabis contiene 104 diverse sostanze chimiche, ognuna delle quali causa reazioni del tutto diverse. Una delle sostanze che troviamo nella cannabis si chiama tetraidrocannabinolo (THC). Questa è la sostanza responsabile per la sensazione di “sballo”. Invece, il cannabidiolo o CBD non contiene tracce di THC e non causa sensazioni del genere.

L’olio di CBD può davvero abbassare la pressione sanguigna?

Il cannabidiolo ha effetti sull'ipertensione?Prima di chiarire se il CBD può o meno abbassare la pressione alta, è fondamentale capire quale sia la causa principale dell’ipertensione. Ci sono vari fattori alla base di questo problema. Non sempre è possibile individuare un motivo specifico che ha causato l’ipertensione. La fonte può essere qualsiasi cosa, da cose semplicissime come la tua alimentazione a problemi più complessi e nascosti. L’ipertensione spesso è semplicemente il risultato di età, peso, livelli di stress, storia familiare, attività fisica, alimentazione e farmaci che si assumono. Può essere causata da una qualsiasi combinazione di questi fattori. le persone in sovrappeso oppure obese sono più a rischio di ipertensione. Se la tua dieta è ricca di grassi e sale o contiene poche calorie, anche tu sei a rischio.

Diversi studi hanno provato quanto sia straordinario l’olio di CBD per trattare la pressione alta e regolare il ritmo cardiaco. Una dose di olio di CBD al 10% può abbassare la pressione del sangue e regolare il ritmo cardiaco alterato. Agisce anche quando l’individuo affronta una incredibile quantità di stress. Uno studio ha dimostrato che l’uso del CBD non è correlato ad alcun effetto avverso.

Molte ricerche e osservazioni hanno evidenziato il potenziale del CBD come agente per ridurre la pressione del sangue. Tuttavia, queste conclusioni sono basate su dati preclinici. In un recente studio sperimentale condotto su ratti (sottoposti ad anestesia), tramite l’iniezione di una singola dose di CBD si è ottenuta una riduzione a breve termine della pressione sanguigna (sia sistolica che diastolica) e della frequenza cardiaca. Questo stesso risultato, tuttavia, non è stato ottenuto in ratti coscienti, non anestetizzati, con la somministrazione della stessa dose di CBD. Uno studio effettuato nel 2017 su 9 persone in salute, ha dimostrato che una singola dose di CBD è in grado di causare una riduzione nell’aumento di pressione sanguigna dovuto allo stress. Tale impatto sulla pressione di una persona potrebbe derivare dalle proprietà ansiolitiche e analgesiche del CBD.

Sebbene molti scienziati suggeriscano un possibile effetto anti-ipertensione del CBD, in un’altra relazione si è giunti alla conclusione che il CBD aveva un effetto minimo o nullo sull’ipertensione. Dunque le conclusioni di cui sopra devono essere prese in considerazione nell’uso del CBD a scopi terapeutici, soprattutto per l’ipertensione. Fin quando non sono disponibili sperimentazioni cliniche più vaste condotte su esseri umani, è importante consultare un medico prima di assumere il CBD per la pressione elevata.

Vinci premi partecipando ai nostri concorsi !

cbd

Inserisci la tua email per partecipare al nostro prossimo concorso e vincere molti regali! Ogni mese organizziamo un concorso gratuito con prodotti per vincere. Olio di CBD, caramelle, capsule, infuso .... Non perdere questa occasione !

Non inviamo mai spam in conformità con la nostra politica sulla privacy.

Come funziona?

Come può il CBD essere così efficace sul corpo? Il motivo è semplice: interagisce con il nostro sistema endocannabinoide. Il sistema endocannabinoide include composti cannabinoidi e recettori presenti nel nostro corpo per interagire con questi composti.

Questo sistema regola le funzioni corporee e fa sì che il corpo resti equilibrato. È dimostrato che l’olio di CBD nonsolo interagisce con le nostre condizioni interne, ma le regola in maniera da migliorarle. L’olio di CBD di massima qualità ti darà i massimi risultati in quanto a benessere. Per goderne gli effetti positivi, assicurati che l’olio di CBD non contenga formaldeide, ftalati, e altre sostanze simili.

  • https://www.consumerlab.com/answers/cbd-effects-on-blood-pressure-and-heart-rate/CBD-blood-pressure/
  • https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5470879/
  • https://www.health.harvard.edu/blog/cannabidiol-cbd-what-we-know-and-what-we-dont-2018082414476
  • https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed?Db=pubmed&Cmd=ShowDetailView&TermToSearch=28614793
  • https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6538767/