In questa pagina puoi trovare un riassunto delle ultime notizie e delle ricerche più recenti pubblicate su fonti scientifiche. Nella gran parte dei casi si tratta di conclusioni pre-cliniche, ottenute usando gruppi di persone poco numerosi oppure tramite osservazioni sugli animali. Dunque questo articolo o i nostri prodotti non hanno lo scopo di diagnosticare, trattare, curare o prevenire alcun disturbo. Consulta un medico per il trattamento di disturbi specifici.

Cos’è il CBD Charlotte’s Web?

I nostri corpi producono in maniera naturale dei composti cannabinoidi ben noti conosciuti come endocannabinoidi. Fanno parte di un sistema biologica che ha un impatto significativo su cervello, sistema nervoso centrale, sistema immunitario, organi, tessuti e cellule, aiutando a mantenere l’equilibrio interno (omeostasi) del corpo. Questo sistema è conosciuto come sistema endocannabinoide (ECS), e viene attivato tramite l’interazione tra gli endocannabinoidi e i recettori designati (CB1/CB2). I prodotti a base di estratti di canapa chiamati Charlotte’s Web contengono il composto attivo noto come ‘cannabidiolo o CBD’ che è un fitocannabinoide attivo (basato su una pianta) che funziona in armonia con il sistema endocannabinoide e i recettori cannabinoidi del nostro corpo, aiutando a riequilibrare vari processi biologici all’interno del corpo, tra cui umore, metabolismo, digestione, sonno, dolore, memoria, eccetera.

Il fitocannabinoide a base di CBD Charlotte’s Web da estratto di olio di canapa non è marijuana. Non è psicoattivo dato che contiene quantità minime di Delta-9-tetraidrocannabinolo (THC), ossia del cannabinoide attivo che causa la sensazione di “sballo”. L’olio fatto con il CBD Charlotte’s Web ha un rapporto CBD/THC di 25 a 1. Questo significa che non altera il funzionamento cognitivo o le percezioni in alcun modo, quindi non ha impatto sulle attività quotidiane. Inoltre i prodotti con CBD Charlotte’s Web non sono OGM e sono privi di glutine.

Il CBD Charlotte’s Web si è imposto come uno dei pionieri dell’industria della cannabis e della produzione di olio di CBD. Il suo potenziale terapeutico è ben riconosciuto e ha attirato molta attenzione dopo il successo nel caso di Charlotte Figi. Questa bambina di 6 anni soffriva di epilessia sin dalla nascita, e i normali farmaci antiepilettici non riuscivano a controllare in modo sufficiente la malattia né a ridurre la frequenza delle convulsioni e degli attacchi. I genitori hanno rivelato che dopo aver aggiunto il CBD ai normali farmaci antiepilettici e averle somministrato una formula contenente CBD, la frequenza degli attacchi epilettici si è ridotta in maniera significativa. Successivamente all’estratto è stato dato il nome CBD Charlotte’s Web in onore di questa bambina di 6 anni.

Vinci premi partecipando ai nostri concorsi !

Inserisci la tua email per partecipare al nostro prossimo concorso e vincere molti regali! Ogni mese organizziamo un concorso gratuito con prodotti per vincere. Olio di CBD, caramelle, capsule, infuso .... Non perdere questa occasione !

Non inviamo mai spam in conformità con la nostra politica sulla privacy.

Quali sono gli usi medici del CBD Charlotte’s Web?

È stato documentato nel corso di studi clinici che il CBD ha vari effetti biologici nella gestione di un’ampia gamma di sintomi correlati a nausea, vomito, dolore e stress, secondo il National Institute of Health statunitense. Il CBD Charlotte’s Web offre qualità combinata a sicurezza e risultati costanti.

Il CBD e l’epilessia

Uno studio recente ha rivelato una scoperta riguardante l’efficacia del CBD Charlotte’s Web come terapia per l’epilessia nei pazienti giovani. Ai pazienti è stata data una dose di CBD di 1 mg al giorno per tre mesi in aggiunta alle normali medicine antiepilettiche. Gli autori hanno evidenziato una significativa riduzione della frequenza degli attacchi epilettici: la maggioranza dei pazienti ha sperimentato una riduzione del 55% della frequenza. 10 pazienti su 11 avevano avuto una riduzione dell’80% nella frequenza degli attacchi, mentre 3 pazienti su 11 erano privi di attacchi dopo 3 mesi di trattamento. Inoltre le famiglie dei pazienti che hanno partecipato allo studio non hanno riportato effetti indesiderati correlati al trattamento con uso di alte quantità di CBD e basse quantità di THC.

In conclusione, il CBD Charlotte’s web è riconosciuto da molti per il suo potenziale terapeutico ed al momento viene considerato per il trattamento di molti altri problemi di salute.