In questa pagina puoi trovare un riassunto delle ultime notizie e delle ricerche più recenti pubblicate su fonti scientifiche. Nella gran parte dei casi si tratta di conclusioni pre-cliniche, ottenute usando gruppi di persone poco numerosi oppure tramite osservazioni sugli animali. Dunque questo articolo o i nostri prodotti non hanno lo scopo di diagnosticare, trattare, curare o prevenire alcun disturbo. Consulta un medico per il trattamento di disturbi specifici.

Sebbene generalmente considerato non dannoso, CBD è ancora un droga e, proprio come i medicinali soggetti a prescrizione, può causare interazioni farmacologiche . Alcune di queste interazioni possono essere dannose in base al modo in cui i farmaci interagiscono nel corpo umano. I farmaci vengono metabolizzati ed eliminati da enzimi nel fegato chiamati la famiglia di enzimi del citocromo P450 (CYP). CYP3A4 è l’enzima CYP più diffuso presente nel fegato ed è responsabile del metabolismo di circa il 50% dei farmaci da prescrizione utilizzati nella pratica clinica.

Tuttavia, è noto anche che gli enzimi CYP causano numerose interazioni farmacologiche clinicamente rilevanti. Alcuni di questi farmaci inducono l’attività metabolica degli enzimi, mentre altri inibiscono il metabolismo dei farmaci. Questo cambia le concentrazioni dei farmaci esistenti nel corpo così come i loro profili farmacocinetici. Caso in questione, un farmaco che inibisce il CYP3A4 rallenta il processo metabolico, che si traduce in un accumulo di concentrazioni di farmaco e porta ad un aumento del rischio di effetti collaterali e possibili tossicità del farmaco . CBD e THC sono entrambi metabolizzati dal CYP3A4, ma anche il THC è metabolizzato dal CYP2C9 e anche il CBD è metabolizzato dal CYP2C19. Quando la cannabis viene assunta con determinati farmaci da prescrizione, può prevenire o indurre il processo metabolico.

La ricerca mostra farmaci noti per avere interazioni farmacologiche con CBD :

teofillina

È un broncodilatatore usato per trattare i sintomi della bronchite, asma , enfisema e altro malattie polmonari . Il fumo di marijuana (nessun altro tipo di uso di marijuana) può accelerare la clearance metabolica della teofillina, che potenzialmente riduce l’effetto del farmaco. Tuttavia, non è ancora chiaro se questa interazione derivi dalla cannabis o dall’atto di fumare perché il fumo di tabacco produce un effetto simile. Inoltre, nessun’altra forma di cannabinoide induce la clearance della teofillina, il che solleva dubbi su questa connessione.

Warfarin

Il warfarin non ha un’ampia finestra terapeutica e l’uso di cannabinoidi aumenta il rischio di sanguinamento nei pazienti che assumono warfarin. Quindi, anche lievi modifiche all’effetto dell’anticoagulante potrebbero aumentare il rischio di trombosi e sanguinamento. Poiché THC e CBD possono ostacolare l’attività metabolica dell’enzima CYP2C9, possono quindi aumentare i livelli di warfarin e aumentare il rischio di sanguinamento. In un certo numero di casi clinici, quelli in trattamento con warfarin hanno presentato valori dell’International Normalized Ratio (INR) superiori a 10, oltre a sanguinamento, in cui il valore INR atteso per un paziente in trattamento con warfarin è 2 o 3. In questi casi, prima c’era un aumento dell’uso di marijuana.

Clobazam

Clobazam è una benzodiazepina indicata per il trattamento convulsioni correlato alla sindrome di Lennox-Gastaut in entrambi figli e adulti. Il CBD aumenta gli effetti e gli effetti collaterali del clobazam. Il CBD è stato approvato dalla FDA per il trattamento delle convulsioni associate alla sindrome di Lennox-Gastaut e alla sindrome di Dravet invece di essere controindicato. Questo CBD da prescrizione è stato commercializzato come Epidolex ed è stato il primo farmaco derivato dalla marijuana ad essere approvato dalla FDA.

Tuttavia, il CBD è un potente inibitore del CYP2C19. Quindi, quando questi due farmaci vengono usati insieme, l’interazione con il CBD aumenta l’efficacia del clobazam. Ciò si traduce in un aumento di tre volte della concentrazione plasmatica del metabolita attivo di clobazam. Questa interazione aumenta anche il clobazam effetto collaterale di sedazione e, di conseguenza, si consiglia di ridurre la dose di clobazam con CBD.

valproato

Un altro farmaco prescritto per il trattamento delle crisi epilettiche è il valproato, indicato anche per il trattamento degli episodi maniacali di disordine bipolare così come per prevenire l’emicrania. L’assunzione di CBD con valproato può aumentare i livelli di enzimi epatici e può portare a lesioni epatiche. Negli studi clinici, il 21% dei pazienti con epilessia che assumevano sia valproato che CBD (Epidolex) aveva livelli elevati di transaminasi, che erano più di tre volte il limite superiore della norma. Si raccomanda di interrompere o aggiustare la dose di Epidolex e/o valproato se si verificano aumenti degli enzimi epatici.

Alcol

Sebbene non sia un farmaco da prescrizione, è comunque un farmaco. Pertanto, i ricercatori hanno scoperto che alcol può aumentare i livelli di THC subito dopo aver fumato. Detto questo, gli effetti sembrano diminuire subito dopo.

Win exciting gifts with our free monthly contests !

cbd

Enter your email to participate to our next contest and win many gifts ! Every months we organize a free contest with exiting products to win. CBD oil, gummies, soft-gel, hemp infusion .... Don't miss this opportunity !

We will never send spam or share your email in accordance to our Privacy policy.