On this page you can find a summary of the last news and researches from scientist publications sources. Most of these reasearches are pre-clinical conclusions on small groups of people or observations on animals, this article or our products are absolutely not intended to diagnose, treat, cure or prevent any disease. Consult your professional healthcare for any specific condition.

Cos’è l’aterosclerosi e le sue condizioni associate?

L’aterosclerosi è nota come l’accumulo di componenti del sangue nel muro di vasi sanguigni che trasportano il sangue , ossigeno e nutrizione ovunque nel corpo. Questi componenti includono cellule adipose, depositi di calcio, colesterolo, globuli rossi, coaguli di sangue e cellule immunitarie. L’aterosclerosi è una condizione progressiva e il continuo accumulo di tali componenti nelle pareti dei vasi sanguigni porta al suo blocco.

Nonostante il fatto che l’aterosclerosi si sviluppi gradualmente nel tempo e possa richiedere molti anni, alla fine può portare a malattie cardiovascolari, infarti, ictus , e alla fine la morte se non gestita correttamente.

L’aterosclerosi è caratterizzata da molti cambiamenti che si verificano alla parete dei vasi sanguigni, i più importanti dei quali sono i seguenti tre passaggi:

  1. Danneggiamento del rivestimento interno dei vasi sanguigni, noto come cellule endoteliali.
  2. Perdita di flessibilità della parete dei vasi sanguigni a causa dell’accumulo di colesterolo e altri componenti sotto le cellule endoteliali danneggiate.
  3. Accumulo delle cellule immunitarie in siti danneggiati, causando infiammazione e deposizione di matrice grassa. Questo successivamente ostacola il passaggio del sangue attraverso quella zona.

Come si sviluppa l’aterosclerosi?

Non esiste una singola causa per l’insorgenza di aterosclerosi. Invece, si verifica in modo secondario agli effetti misti di molti fattori, tra cui dieta (elevato apporto di grassi e zuccheri), abitudini di vita (vita sedentaria, fumo alcolismo e mancanza di esercizio) e fattori genetici.

Ricerca ha rivelato che ci sono più marcatori genetici che il medico indaga per determinare la probabilità che una persona sviluppi l’aterosclerosi. Tali fattori genetici svolgono un ruolo nella regolazione del metabolismo dei grassi, nella produzione di colesterolo e nella regolazione della glicemia.

Sebbene ci siano molte teorie che descrivono come si manifesta l’aterosclerosi, i ricercatori attuali stanno ancora cercando di identificare i meccanismi esatti dello sviluppo dell’aterosclerosi.

Detto questo, il meccanismo più accettato di come si manifesta l’aterosclerosi è attraverso il danno ossidativo all’endotelio dei vasi sanguigni, che sono noti come le cellule che rivestono la superficie interna dei nostri vasi sanguigni. Questo danno è il risultato di alti livelli di glucosio nel sangue, fumo e bassi livelli di antiossidanti. Nel corso degli anni, questo danno diventa più rigido, portando alla rottura del lato interno della parete dei vasi sanguigni a causa della debolezza dell’area danneggiata e della forza maggiore che proviene dal cuore che pompa (pressione sanguigna). Successivamente, il colesterolo viene depositato in queste aree danneggiate nel tentativo di curare il danno.

Queste crepe piene di colesterolo sono chiamate “placche di colesterolo”. Tuttavia, nel tempo, i coaguli di sangue e il calcio iniziano a depositarsi su queste placche di colesterolo, che restringono ulteriormente il vaso sanguigno, compromettendo l’afflusso di sangue al cuore, al cervello e a molti importanti organi all’interno del corpo.

Ecco un elenco delle cause di aterosclerosi più comunemente riportate:

  1. Livelli elevati di lipidi nel sangue, noti come iperlipidemia .
  2. Aumento dei livelli di glucosio nel sangue, noto come diabete e iperinsulinemia .
  3. Elevata pressione sanguigna arteriosa, nota come ipertensione .
  4. Media aumentata peso corporeo , conosciuto come obesità .
  5. Fumo.
  6. Fattori genetici.
  7. Disturbi della coagulazione del sangue.
  8. Vecchiaia.
  9. Vita sedentaria e mancanza di attività fisica.

Le persone con aterosclerosi usano questi prodotti:

In che modo il CBD può aiutare a prevenire o curare l’aterosclerosi?

Cannabidiolo o CBD , ha un grande potenziale terapeutico nell’aterosclerosi per i suoi effetti antinfiammatori. Ciò è dovuto al fatto che l’aterosclerosi è una condizione infiammatoria della parete dei vasi sanguigni. Con il progredire dell’aterosclerosi, la parete interna del vaso sanguigno viene danneggiata e infiammata e l’accumulo di cellule infiammatorie nell’area danneggiata provocherà cambiamenti architettonici nei vasi sanguigni, portando alla sua ostruzione. Se tali cambiamenti rimangono presenti per molto tempo, diventano permanenti. Questo è il motivo per cui la maggior parte dei medici fa del suo meglio per arrestare o regredire precocemente la progressione di questa malattia per ottenere risultati ottimali.

Nella sezione precedente, abbiamo descritto le varie cause dell’aterosclerosi e tutte sono interconnesse; se una condizione peggiora, le altre peggiorano in un attimo. Pertanto, la gestione dell’aterosclerosi è diretta a migliorare tutti questi sintomi allo stesso tempo. Molte opzioni farmacologiche sono attualmente utilizzate per trattare le cause alla base dell’aterosclerosi; tuttavia, il piano di trattamento di solito coinvolge molti farmaci per periodi di tempo prolungati, con l’inevitabile scarsa compliance del paziente. Inoltre, tali farmaci hanno effetti collaterali che possono influire sulla compliance degli individui con i loro regimi di trattamento. Pertanto, il CBD è stato studiato come potenziale opzione per il trattamento dell’aterosclerosi. Ricerche recenti indicano che il CBD ha un potenziale terapeutico promettente nella gestione dell’aterosclerosi controllando direttamente o indirettamente le cause alla base dell’aterosclerosi.

Il CBD offre grandi benefici ai pazienti con aterosclerosi attraverso i seguenti percorsi:

  1. Regola i livelli di glucosio nel sangue.
  2. Promuove la perdita di peso per la gestione dell’obesità .
  3. Ha proprietà antinfiammatorie .
  4. Riduce la pressione sanguigna .
  5. Ha proprietà antiossidanti.

CBD e aterosclerosi: come funziona?

Il CBD conosce le sue proprietà antiossidanti e antinfiammatorie agendo sul sistema endocannabinoide all’interno del nostro corpo, che consiste di endocannabinoidi e recettori dei cannabinoidi: recettori cannabinoidi 1 (CB1) e recettori cannabinoidi 2 (CB2). Questo sistema regola molte funzioni immunitarie e vie infiammatorie.

Il CBD esercita le sue azioni attraverso un’ampia varietà di percorsi, tra cui:

  1. Non si lega direttamente ai recettori CB1; tuttavia, previene la degradazione degli endocannabinoidi, che a loro volta attivano questi recettori. L’attivazione di questi recettori riduce l’appetito, regola i livelli di glucosio nel sangue e riduce l’infiammazione.
  2. Non si lega direttamente ai recettori CB2; tuttavia, eleva i livelli dei composti endocannabinoidi, in particolare l’anandamide, che a sua volta regola l’attività dei recettori CB2. L’attivazione di questi recettori regola la funzione immunitaria, che è incorporata nell’insorgenza dell’aterosclerosi.
  3. Si lega direttamente ai recettori non cannabinoidi, come i recettori della serotonina e i recettori dell’adenosina, riducendo così il dolore e fornendo benefici ai pazienti con aterosclerosi.

Tabella 1. I meccanismi attraverso i quali il CBD potrebbe potenzialmente trattare l’aterosclerosi

Il recettore a cui si lega il CBD Effetto biologico Esito sull’aterosclerosi
Recettore dell’adenosina (A2) Inibizione della ricaptazione Riduce la pressione sanguigna e rafforza le contrazioni del muscolo cardiaco
Recettori vanilloidi del dolore (TRPV1, TRPV2, TRPV3) Stimolazione Riduce la pressione sanguigna
Ricettori della serotonina Inibizione Promuove la perdita di peso nelle persone obese e regola i livelli di glucosio nel sangue
µ recettori oppioidi Stimolazione Riduce al minimo il dolore associato all’aterosclerosi
PPAR γ Stimolazione Regola i livelli di glucosio nel sangue e il metabolismo dei grassi

Le pratiche più pratiche e sicure per l’utilizzo del CBD nell’aterosclerosi

Composti cannabinoidi nella pianta di cannabis, in particolare CBD e tetraidrocannabinolo (THC) , offrono effetti promettenti nella gestione di questa condizione, prendendo di mira contemporaneamente la maggior parte delle cause sottostanti.

Sebbene il CBD abbia mostrato grandi benefici nel trattamento dell’aterosclerosi mirando e controllando le cause alla base di tali condizioni, tuttavia, la maggior parte delle prove disponibili si basa su modelli animali e sono ancora necessari ampi studi sull’uomo per giungere a una conclusione definitiva.

Di seguito sono riportati i consigli su come utilizzare in sicurezza il CBD per l’aterosclerosi:

  1. Consulta il tuo medico prima di assumere CBD per l’aterosclerosi.
  2. Informa il tuo medico di eventuali farmaci che potresti assumere.
  3. Prendi un estratto di CBD a spettro completo .
  4. Regola la tua dose di CBD con il tuo medico.
  5. Il CBD dovrebbe essere assunto per periodi prolungati per ottenere risultati migliori.
  6. I cambiamenti nella dieta e nello stile di vita dovrebbero essere effettuati insieme al CBD.
  7. Il CBD orale è l’unica forma raccomandata, mentre il fumo dovrebbe essere evitato.

https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/17384130/
https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/29098188/
https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/21238581/
https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/22670794/
https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/18426500/
https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/12960289/
https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/14744801/
https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/28045402/
https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/19285060/

Win exciting gifts with our free monthly contests !

cbd

Enter your email to participate to our next contest and win many gifts ! Every months we organize a free contest with exiting products to win. CBD oil, gummies, soft-gel, hemp infusion .... Don't miss this opportunity !

We will never send spam or share your email in accordance to our Privacy policy.