In questa pagina puoi trovare un riassunto delle ultime notizie e delle ricerche più recenti pubblicate su fonti scientifiche. Nella gran parte dei casi si tratta di conclusioni pre-cliniche, ottenute usando gruppi di persone poco numerosi oppure tramite osservazioni sugli animali. Dunque questo articolo o i nostri prodotti non hanno lo scopo di diagnosticare, trattare, curare o prevenire alcun disturbo. Consulta un medico per il trattamento di disturbi specifici.

La dipendenza è l’incapacità di stare lontani da alcune sostanze che offrono estasi e felicità quando le assumi, ma che sono dannose per il corpo. Se non si riesce a smettere di assumere la sostanza nonostante i danni costanti che provoca, c’è una dipendenza. Si tratta di qualcosa di complicato da affrontare, ed è principalmente un disturbo cerebrale. Questo problema è caratterizzato da dipendenza eccessiva da una sostanza specifica per potersi sentire felici.

Il CBD è promettente come trattamento per l'alcolismo

Cos’è l’alcolismo?

L’alcolismo è caratterizzato dall’assunzione eccessiva di sostanze alcoliche, che sono dannose per la salute e possono renderti costantemente malmesso e inebriato. Si tratta di una dipendenza, dato che chi ne soffre ha difficoltà ad astenersi dall’assunzione in eccesso nonostante il deterioramento della propria salute. È dunque una grave incapacità di gestirsi ed evitare le esagerazioni. I vari sintomi dell’alcolismo sono molto dannosi per l’individuo e la sua famiglia.

Cos’è il CBD?

Il CBD o cannabidiolo è un composto dagli effetti terapeutici presente nella canapa o pianta di cannabis, da cui viene estratto per i suoi usi medici . Può aiutare chi soffre di ansia, depressione, dolori cronici e vari altri disturbi simili. In molti Paesi hanno iniziato ad accorgersi di tutti questi benefici, e l’hanno reso legale, mentre vari altri Paesi non l’hanno ancora fatto. I pazienti che soffrono di ansia e depressione traggono benefici dal CBD dato che ne riduce tendenze e sintomi, rimuovendoli dal sistema.

Come può il CBD contrastare le dipendenze?

Effetti opposti di ?9-tetrahydrocannabinol (THC) e cannabidiolo (CBD)

In generale, le dipendenze sono disturbi cronici che si ripresentano frequentemente, e sono caratterizzate dal bisogno compulsivo di usare droghe e/o altre sostanze, perdendo l’abilità di tenere sotto controllo l’uso eccessivo. Si ritiene che il cannabidiolo (CBD), il secondo componente principale della cannabis, sia coinvolto in vari percorsi neurali correlati alle tossicodipendenze. Un numero molto limitato di studi allo stadio preclinico indicano che il CBD potrebbe avere effetti terapeutici sulle dipendenze da cocaina, oppioidi e psicostimolanti. Incredibilmente, alcune ricerche preliminari sembrano suggerire che potrebbe anche aiutare a superare la dipendenza da cannabis e tabacco.

Diversi composti cannabinoidi derivano dalla pianta di marijuana, e hanno potenziali effetti terapeutici. Tuttavia la gran parte di questi composti non sono stati investigati a fondo, nonostante la loro legalizzazione ormai diffusa negli Stati Uniti e in altri Paesi. Si sa che il tetraidracannabinolo (THC) appaga e aumenta la sensibilità alle altre droghe, dando la sensazione di “sballo”, mentre il cannabidiolo (CBD), in sembra essere privo di queste proprietà di potenziamento, e ha un potenziale limitato di portare ad abusi o a comportamenti di ricerca delle droghe. Inoltre, le proprietà ansiolitiche del CBD e i suoi effetti collaterali molto ridotti lo rendono ancor più promettente come opzioni di trattamento di vari sintomi associati alle dipendenze da droghe.

In uno studio clinico randomizzato intrapreso di recente, a 24 fumatori che volevano smettere è stato dato un inalatore con CBD oppure un placebo. I soggetti a cui era stato dato l’inalatore con CBD hanno esibito una riduzione significativa del numero totale di sigarette fumate. Sorprendentemente, il CBD si è rivelato efficace fin dalla prima settimana di trattamento. Il CBD può anche svolgere le seguenti funzioni:

  • Può aiutarti ad aumentare il livello di concentrazione e attenzione. Ti aiuta a liberarti dalla tensione e a sentirti più rilassato, permettendoti di concentrarti sulle cose belle della vita. I pensieri suicidi costanti vengono smorzati dall’olio di CBD.
  • Tiene a bada le tendenze paranoiche. Chi ha una dipendenza tende alle ricadute anche se assume farmaci per evitarle. In questa fase il CBD è di grande aiuto.

Va fatto notare che servono ancora altre ricerche, dato che quelle compiute finora si concentravano sugli effetti del CBD sulle dipendenze da oppiacei, mentre non sono stati studiati ancora a fondo gli effetti del CBD sulle varie fasi dell’abuso delle altre sostanze che causano dipendenza.

Potenziale terapeutico del CBD per l’alcolismo

Il CBD si è dimostrato efficace nella gestione e nel trattamento di vari comportamenti di dipendenza legati a varie sostanze, e ha effetti promettenti anche nella gestione dell’alcolismo.

Una revisione sistematica condotta di recente si è proposta di stabilire quanto il CBD fosse credibile come terapia per l’alcolismo. Otto studi sono stati condotti sui roditori, tre su volontari sani e adulti, mentre uno studio ha usato colture di cellule. Negli studi con roditori e colture di cellule come modelli, il CBD ha dimostrato effetti neuroprotettivi sulle conseguenze negative dell’alcool sul cervello. Sui roditori il CBD ha alleviato la tossicità epatica indotta dall’alcool. Inoltre, il CBD fa sì che non ci si rivolga all’alcool come reazione a situazioni di stress, riduce l’auto-somministrazione e le convulsioni causate dall’astinenza. Negli studi sugli umani, il CBD è stato ben tollerato, senza interagire sugli effetti soggettivi dell’alcool. Per concludere, possiamo dire che dati gli effetti positivi sui danni dell’alcool e sulla dipendenza che causa, ricavati da studi preclinici, il CBD sembra essere promettente come farmaco per la gestione del disturbo da uso di alcol. Questo potenziale è accentuato dall’assenza di possibilità di abuso del CBD, e dal fatto che è ben tollerato da chi lo assume.

Dobbiamo però sottolineare che, a causa della scarsità di ricerche sugli esseri umani, dobbiamo aspettare che vengano effettuati ulteriori studi preclinici e clinici sugli umani per sapere se gli effetti benefici del CBD si traducano in risultati clinici significativi.

Vinci premi partecipando ai nostri concorsi !

cbd

Inserisci la tua email per partecipare al nostro prossimo concorso e vincere molti regali! Ogni mese organizziamo un concorso gratuito con prodotti per vincere. Olio di CBD, caramelle, capsule, infuso .... Non perdere questa occasione !

Non inviamo mai spam in conformità con la nostra politica sulla privacy.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *