Prodotti CBD di alta qualità

icona chack

Alti livelli di purezza

Usiamo un estrattore C02 per ottenere CBD puro al 99,95%, senza alcun pesticida né metalli pesanti nei nostri prodotti.

icona chack

0% THC

Isoliamo il CBD dalla canapa utilizzando l’estrazione al C02, e di conseguenza il nostro prodotto è PRIVO DI THC.

icona chack

Processo di qualità

Utilizziamo un processo estremamente rigoroso per realizzare i nostri prodotti, garantendo qualità e massima igiene.

icona chack

Analisi di laboratorio

La quantità di CBD nei prodotti Naturicious e la loro qualità sono garantite da un laboratorio indipendente statunitense.

icona chack

Legale in Italia

I nostri prodotti sono del tutto privi di THC, quindi non risultano in effetti psicoattivi. Tutti i benefici della pianta senza lo “sballo”.

icona chack

Prodotti naturali

Non usiamo sapori o coloranti artificiali, i nostri prodotti a base di cannabidiolo sono del tutto naturali.

La nostra missione : Popularize Canapa e CBD

Il CBD o cannabidiolo è una delle molecole contenute nella canapa (sativa, indica, ecc.); viene usato per rilassarsi da generazioni, con utilizzi che risalgono all’età del bronzo. Beh, a dirla tutta probabilmente all’epoca non conoscevano i componenti molecolari, ma di certo erano abbastanza intelligenti da accorgersi degli effetti positivi che la canapa aveva sui loro corpi. Tuffiamoci dunque nell’argomento cannabidiolo e scopriamo perché se ne parla così tanto nel 2019.

Prima di continuare a leggere questa pagina, ti consigliamo di dare uno sguardo alla storia di Charlotte, una bambina americana che è riuscita a stabilizzare la propria sindrome di Dravet usando un ceppo di canapa ad alto contenuto di CBD cui è stato dato il nome di Charlotte’s web. Questo evento è stato alla base del maggiore incremento della popolarità del cannabidiolo, e in ogni caso è sempre una bella storia da conoscere e da raccontare 🙂

Cos'è il cannabidiolo?

Si tratta di una sostanza chimica che si trova in tutte le specie di canapa a diverse concentrazioni. Questa molecola fa parte della famiglia dei cannabinoidi, come il THC, ma i suoi effetti sono del tutto opposti a quelli del tetraidrocannabinolo. Sia il THC che il CBD agiscono sul sistema endocannabinoide (in tutti i mammiferi), ma mentre il THC ha un effetto psicoattivo il cannabidiolo non ha un tale effetto.

Dunque… si tratta di cannabis light, giusto?

Alle persone piace chiamare il cannabidiolo cannabis light“, ma è il termine sbagliato perché si riferisce a fiori di canapa ad alto contenuto di CBD prodotti allo scopo di essere fumati. Nel caso della cannabis a uso medico, invece, i fiori contengono diversi livelli di THC, e c’è bisogno di autorizzazione medica per usare questi prodotti. Una volta ottenuta possono essere fumati (metodo sconsigliato), oppure assunti sotto forma di olio o prodotti commestibili.

Questo composto quindi non può davvero essere chiamato “cannabis light” o “cannabis medica”, dato che non è altro che una delle molecole della pianta in sé. È uno dei numerosi elementi che puoi trovare nella canapa industriale come terpeni, cannabinoidi, cere, fibre, ecc…

Fatti scientifici

A livello molecolare, quando il cannabidiolo viene estratto dalla pianta ha l’aspetto di una polvere insapore e inodore. Estrarre esclusivamente il cannabidiolo rimuovendo tutti gli altri materiali della pianta è un’operazione difficile e costosa perché serve un estrattore di CO2. La separazione deve essere fatta in modo da ottenere cristalli di CBD puri al 99,99%, senza tracce di THC. La polvere viene poi utilizzata per produrre olio di CBD, prodotti commestibili o cosmetici.

Adesso viene la parte interessante: il cannabidiolo è un cannabinoide che agisce sul dolore e sul sistema serotoninergico nel cervello di tutti i mammiferi. Agisce su dei recettori cerebrali specifici come HT1A o 5HT3A, che sono gli stessi recettori attivati dai farmaci oppiacei come gli antidolorifici, dagli antidepressivi e dalle pillole per l’insonnia. Ancora meglio, il CBD/CBDa ha pochissimi effetti collaterali, tutti benigni, paragonato ai medicinali descritti in precedenza. Adesso capiamo perché il cannabidiolo ha un gran potenziale: potrebbe in effetti rimpiazzare una gran quantità di farmaci che al momento vengono usati dal 5-10% della popolazione mondiale!

Il cannabidiolo è legale?

Sì, il cannabidiolo è del tutto legale in Italia e nel 95% dei Paesi del mondo. Questa molecola viene considerata un integratore alimentare che può essere assunto senza alcuna restrizione. Devi però stare molto attento al tipo di prodotti a base di CBD che acquisti, perché per essere certo della loro legalità non dovrebbero contenere alcuna traccia di THC. Se c’è una quantità anche minima di THC la legalità del prodotto è in dubbio. Per ulteriori informazioni, è possibile leggere la legge aggiornata CBD 2020.

Come prendere CBD ?

Ci sono molti modi diversi per assumere questo cannabinoide, ma prima di addentrarci nei dettagli ti consiglio di dare un’occhiata agli errori più comuni che si fanno quando si assume il CBD. Questo interessante riassunto può aiutarti ad evitare gli errori in questione.

Posso fumare CBD?

Ok… Andiamo dritti al punto: si tratta probabilmente del metodo peggiore di assumere il cannabidiolo, e non lo consigliamo. Prima di tutto devi considerare che i fiori e le infiorescenze di CBD non sono autorizzati comunque, anche nel caso in cui vengono dalla canapa industriale. La maggior parte dei fiori di cannabidiolo contiene THC, il cui uso è fortemente limitato per legge in Italia.

Inoltre, fumare è un metodo tradizionale di assimilare una sostanza, ma poco efficace, dato che la combustione avviene una temperatura troppo alta e non necessaria. A circa 800 °C tutto viene bruciato, e la persona che fuma inala tutti i metalli pesanti e le tossine (toluene, catrame, monossido di carbonio, ecc…)

Inoltre questo è un metodo molto poco efficace perché la gran parte del composto attivo si perde nel fumo, dato che i polmoni non possono assimilare tutto il fumo emesso in ogni momento.

Dovrei svapare?

Anche se non è il modo migliore di assimilare il cannabidiolo, il vaping è comunque un metodo migliore rispetto a fumare le infiorescenze di CBD.

Per svapare questa molecola non puoi usare materiali grezzi come i fiori, ma devi usare cristalli di cannabidiolo puro mescolati alla tua soluzione a base di glicole propilenico e glicerolo vegetale.

Vaporizzando la soluzione a circa 165 °C puoi attivare il processo di decarbossilazione del CBD (se non è già stato fatto dal produttore). Il fumo inoltre è molto più freddo di quello della vera combustione e molto più pulito!

Non è comunque un metodo consigliato perché l’efficacia di assimilazione è tanto scarsa per il vaping quanto per il fumo.

Sublinguale e topica

Il modo migliore sia dal punto di vista dell’efficacia che di quanto è salutare è usando prodotti commestibili a base di cannabidiolo (olio, tintura, mix), dato che si tratta di metodi che rendono molto facile l’assorbimento da parte dell’organismo. Il metodo migliore per prendere Cannabidiol è quello di utilizzare un po ‘di olio di buona qualità(controllare il nostro premium 10% olio CBD) e di mettere 6 gocce di olio sotto la lingua. Puoi lasciarlo riposare per qualche minuto prima di ingoiarlo. Così facendo assorbirai più in fretta il composto attivo e l’azione sull’organismo avverrà più rapidamente. Il materiale non assorbito nello stomaco verrà poi assimilato nel corso delle ore successive.

L’applicazione topica è un altro modo di usare il cannabidiolo, che può essere interessante soprattutto se vuoi usarlo su dei punti specifici del corpo per ottenerne un’azione locale. Anche i lucidalabbra a base di CBD sono interessanti, dato che il processo di assimilazione è abbastanza efficace sulle labbra dove circola una gran quantità di sangue.

20 incredibili scoperte scientifiche sul CBD !

Inserisci la tua email per ricevere immediatamente “50 anni di ricerca e scoperte sul cannabidiolo” e come bonus riceverai un coupon con il 10% di sconto sul tuo primo ordine su naturicious.it!

Non invieremo mai spam né condivideremo la tua email in conformità alle nostre Norme sulla privacy.

Ultime notizie su canapa e cannabis

Se impegno tanto del mio tempo per condividere con voi quello che so del CBD, è prima di tutto per

Nel 2019, 90 americani al giorno muoiono di overdose da oppiacei. L'impatto è forte su persone di ogni tipo, da

I bambini sono creature adorabili e dolcissime, dovrebbero vivere una vita piena di pace e felicità senza alcuna responsabilità o

All'inizio tutti sono principianti, e quando si parla di CBD possiamo tranquillamente dire che tutti abbiamo fatto almeno una volta